Consigli per superare la paura di volare - parte 2

Immagine nel contenuto

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei suggerimenti di altri cinque travel blogger sulla paura di volare.

Nel primo post abbiamo scoperto che ci sono diversi oggetti che possono distrarvi e farvi pensare ad altro mentre siete in volo.

Anche oggi vi chiediamo di prendervi qualche minuto per leggere e riflettere su questi consigli, appuntarli sul vostro quadernino di viaggio o sullo smartphone, e la prossima volta che volerete, ricordatevene, siamo certi che sapranno esservi utili!


Paura di volare: ci dai il tuo consiglio per superarla?

Elisa Paterlini - Miprendoemiportovia
Anche se nessuno di noi due ha paura di volare mettiamo comunque in atto qualche piccolo accorgimento, primo fra tutti rilassarsi con una playlist della nostra musica preferita, immergersi nella lettura di un buon libro e caricare il portatile di film soprattutto se il volo ci sta portando dall'altra parte del mondo. Infine è molto importante conoscere alcune informazioni determinanti sul volo ad esempio il fatto che le turbolenze sono ordinaria amministrazione durante un volo e non costituiscono alcun pericolo.

Alessandra GranataI viaggi dei Rospi
Mi ritengo davvero fortunata perché non ho mai avuto paura di volare e in tutti questi anni, non mi è neanche mai sfiorato il pensiero che qualcosa potesse andare storto durante un viaggio!! E poi la voglia di migrare verso nuovi lidi e incontrare nuove culture è sempre stato uno stimolo fortissimo… Proprio per questo motivo abbiamo scelto di volare con il nostro bimbo fin dai suoi primi mesi di vita e cerchiamo di prendere l’aereo tutti e tre insieme ogni volta che possiamo. Come in ogni cosa, “avere l’abitudine” è di grande aiuto!

A tutti coloro che invece – purtroppo – ne hanno timore, voglio raccontare come ho superato una delle paure più grandi che avevo, quella del parto. A parte qualche piccola “ammaccatura” non ho quasi mai avuto necessità di ospedali e cure mediche e superata l’angoscia dell’esame del sangue, rimaneva il terrore del dolore fisico delle doglie. Negli ultimi mesi di gravidanza, su suggerimento dello staff che mi seguiva, mi sono concentrata sulle immagini che più mi davano sollievo mentalmente, accompagnando il tutto da una respirazione naturale, ma molto profonda. Ogni giorni mi ritagliavo uno spazietto di totale relax, in cui visualizzare ciò che più amavo: i colori brillanti della natura! Tra i toni del verde dei boschi di montagna, gli azzurri del cielo e i blu del mare più incontaminato che avessi mai visto. E così, quando il giorno della nascita di Federico è arrivato, mi sono ritrovata immediatamente a nuotare con i pesci colorati della grande barriera corallina australiana. Il dolore c’era eccome, ma la sensazione di quiete che mi dava avere davanti agli occhi quello splendore… aveva cancellato la paura!

Federica Piersimoni - #viaggidiFederchicca
L'iniziativa è interessante anche perché ci sono sempre più persone che hanno paura di volare, io personalmente non ne ho mai avuto.
Non ho un segreto o un trucco o un talismano che porto sempre in viaggio. Generalmente quando entro in aereo mi addormento ancora prima che l'aereo parta, mi fa l'effetto che a qualcuno fa la macchina, mentre se non riesco proprio a dormire o sono particolarmente sveglia, mi metto a legger un buon libro. Ho notato che così facendo posso anche non accorgermi della partenza :D

 

Andrea Petroni - VoloGratis
Può sembrare banale ma ciò che dico sempre a chi ha paura di volare è che l'aereo è il mezzo di trasporto più sicuro per spostarsi da un posto all'altro, e che è molto più pericoloso spostarsi in automobile o sulle due ruote. Partendo da questo presupposto confermato dalle statistiche, io mi godo il volo in totale relax leggendo un buon libro, guardando un bel film o gustandomi un po’ di musica. Poi aspetto con ansia il momento dello snack a bordo o del pranzo, perché mangiare tra le nuvole è una delle cose che più mi piace fare.
La vita è di per sé molto frenetica, e il volo ci aiuta a ritrovare quel tempo da dedicare a noi stessi che purtroppo quasi mai riusciamo a ritagliarci durante la giornata. E poi se proprio la paura vi attanaglia osservate le assistenti di volo, se sono tranquille loro dovete esserlo anche voi.
Buon viaggio!

 

Stefania Pozzi - Diqua&Dilà
A chi ha paura di volare dico innanzitutto di provare a volare perché spesso le paure sono più enormi di quello che invece è la realtà.
Non sto cercando di sminuire le vostre paure, credetemi, so benissimo cosa significhi provare panico in una situazione in cui si ha l'idea di essere impotenti, senza forma alcuna di controllo. L'ho provato!
In queste occasioni, il lavoro di autocontrollo va fatto pre-partenza: non affannatevi troppo, non fate andare i pensieri a mille all'ora, non serve, cercate di idealizzare il tragitto come vera e propria parte del viaggio. Godetevi le emozioni, trasformate l'ansia in un sentimento positivo che voi riuscirete a domare e ne sarete felici. Da allora non riuscirete più a smettere. E ricordate: piccoli passi, grandi traguardi!

Inserisci un commento












Captcha
( * )

I commenti sono moderati, alcuni dati sono registrati nel rispetto della privacy. Inviando il commento si accettano le condizioni.